A+ R A-

XIV CONVEGNO NAZIONALE

SOCIETA' ITALIANA DI PSICOLOGIA DELL'INVECCHIAMENTO

 

 

Il XIV Convegno Nazionale di Psicologia dell'Invecchiamento 

si terrà Sabato 29 Maggio 2021, in modalità online.

 

In questa edizione del Convegno sarà possibile, come ogni anno, presentare nuovi contributi scientifici in forma di comunicazioni individuali o proporre l’organizzazione di Simposi.

Sarà anche possibile inviare nuovamente il contributo pensato per lo scorso convegno, eventualmente rivisto e modificato.

Inoltre, si potranno presentare contributi in forma di riflessione sulla base di testimonianze vissute in questo particolare anno, per accogliere la voce e le esperienze dei professionisti che lavorano nel territorio. 

 

Aree Tematiche:

Invecchiamento di successo, Active Aging, Ben-essere, Memoria, Cognizione, Decisione e Problem Solving, Ricerca di base nel life-span, Strumenti di valutazione, Interventi e Training, Psicoterapia dell'invecchiamento, Tecnologia ed Ambiente, Anziani e fragilità, MCI, Demenza (valutazione – modelli di cura - sistemi di misura), Terminalità e fine vita, Caregiver (chi si prende cura), La famiglia, Assistenti private e badanti, Organizzazione dei servizi, Volontariato, Transizione dal lavoro alla pensione, Dinamiche relazionali e intergenerazionali, Attività fisica e sport, Anziani e trattamento farmacologico.

 

I lavori del Convegno si articoleranno in:

Lezioni Magistrali, Simposi, Tavole Rotonde, Comunicazioni Orali e Sessioni Poster.

 

Comitato Scientifico: 

De Beni Rossana, Cornoldi Cesare, Belacchi Carmen, Di Nuovo Santo, Lucidi Fabio, Pavan Giorgio, Pezzuti Lina, Vecchi Tomaso, Rabaglietti Emanuela, Porro Alessandro, Pezzullo Luca, Antonietti Alessandro, Di Domenico Alberto, Bottiroli Sara, Borella Erika, Cavallini Elena, Nicola Mammarella, Fairfield Beth, Peirone Luciano, Chattat Rabith

 

 

 

 

 

 

10/12/2020

E’ con profondo dolore che apprendiamo dell’improvvisa scomparsa del collega e amico Prof. Carlo Cristini. Il Prof. Cristini è stato socio SIPI sin dalla sua fondazione, e uno dei membri più attivi del Direttivo SIPI.

Attento studioso della persona anziana, ha sempre messo in luce gli aspetti positivi dell’invecchiamento, ed in particolar modo la creatività che caratterizza questa fase della vita.

 

carlo cristini 

La Presidente, il Comitato Scientifico e la Segreteria SIPI lo ricordano per la profondità e sensibilità di pensiero, per il suo grande impegno e l’instancabile disponibilità.

 


  

Un ricordo di Carlo Cristini (1952-2020)

Incontrando Carlo era impossibile non sorridere, perché si era immediatamente avvolti da un’aura di positiva operosità, di rispetto, di probità, di rigore etico applicato prima di tutto su se stesso, di gentilezza (non a caso questo è il tema affrontato nella sua ultima fatica editoriale). Fin dal periodo del suo studentato universitario tutto ciò si era reso evidente, anche con l’aiuto ai più bisognosi, agli ultimi di una città dal cuore grande e talora matrigna come è Milano: era inevitabile, era forse già scritto il suo percorso, che lo avrebbe portato, dopo la laurea in Medicina e Chirurgia, a rivolgersi alle discipline psichiatriche, a declinarle nell’ambito della gerontologia, ad affinarle sempre più nel contesto della psicogerontologia. Di questa ultima disciplina egli fu per molti aspetti pioniere: sicuramente lo fu in ambito accademico, a partire da Urbino per proseguire a Brescia, ma lo fu anche in ambito scientifico, proprio con la sua partecipazione alla SIPI, fin dalla fondazione, alla quale anch’egli contribuì. Del resto, il rapporto costante con Marcello Cesa-Bianchi (1926-2018) fu come un lievito, che continuava a produrre buon pane, un buon pane psicogerontologico. Un proverbio valdostano dice che fin che si è ricordati non si è del tutto morti; allora la memoria del messaggio che Carlo ci ha lasciato con gli scritti e con le opere sia quel lievito, che rinnovato e conservato con cura consente di produrre ogni anno, in vista del Natale, il Panettone. Fuor di metafora, al rimpianto per la perdita potremo affiancare la certezza che il suo messaggio psicogerontologico continuerà ad essere con noi, e ad essere lievito per la nostra azione.


Alessandro Porro

 

 

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi: * Statistica * Google Analytics 
Dati Personali: Dati di utilizzo; Strumento di Tracciamento